Crisi, il tempo è galantuomo

Sen. Domenico Scilipoti Isgrò (FI): “Crisi, il tempo è galantuomo”

“Nel corso del dibattito al Senato sulla fiducia al Presidente Conte, in due interventi quello di Matteo Salvini e di Matteo Renzi, sono echeggiati richiami alla Sacra Scrittura e ad una frase di San Giovanni Paolo II il cui autorevole Magistero in campo morale sembra quasi rimosso o creare imbarazzo. Non siamo in grado di valutare l’ intento strumentale o meno di questi riferimenti. Tuttavia, non possiamo nascondere soddisfazione per aver udito, in un’ aula Parlamentare, queste affermazioni . Ricordo che il sottoscritto, lo dico senza alcun intento auto celebrativo, durante una seduta parlamentare, citò brani dell’ Antico Testamento e venne coperto di improperi. La mentalità evidentemente è mutata: meglio tardi che mai, il tempo è galantuomo. Il politico credente non deve vergognarsi, con animo retto e senza fini strumentali, di professare, anche nelle sedi istituzionali, il suo credo e i valori giudaico cristiani, base della civiltà occidentale. Mi permetto di ricordare infine al Presidente Conte che una cosa è la sana laicità, ben altra il laicismo”: lo dice in una nota il Senatore di Forza Italia e Presidente di Unione Cristiana Domenico Scilipoti Isgrò

Comments are closed.