Come protezione dal coronavirus aggiungere il Salmo 91 (Sal) nella nostra quotidianità

Comunicato Stampa: Roma 03 marzo 2020 Carlo Galioto (U.C.)
“Come protezione dal coronavirus aggiungere il Salmo 91 (Sal) nella nostra quotidianità”.
“Oltre al grande lavoro che si sta facendo per la protezione delle persone attraverso l’igiene, la prevenzione, i farmaci, le vitamine, le quarantene, sottopongo una riflessione per superare con serenità questa fase critica del nostro tempo. Il tesoriere del movimento Unione Cristiana afferma “
Paura del coronavirus? Per noi cristiani, cioè seguaci di Gesù Cristo, dovrebbe essere normale seguire le indicazioni del Maestro ed Egli ha più volte citato i salmi, nei suoi discorsi, avvalorandone il contenuto.
Un altro passaggio dell’Epistola dell’Apostolo Paolo a Timoteo ci dice “Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia” (2 Timoteo 3:16), che conferma quanto precedentemente insegnato da Gesù stesso.
Fatte queste premesse possiamo mettere in evidenza quanto Dio promette nel Salmo 91:1-11 “Chi dimora nel ritiro dell’Altissimo alberga all’ombra dell’Onnipotente. 2 Io dico all’Eterno: Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza, il mio Dio, in cui confido! 3 Certo egli ti libererà dal laccio dell’uccellatore e dalla peste mortifera. 4 Egli ti coprirà con le sue penne, e sotto le sue ali troverai rifugio. La sua fedeltà ti è scudo e targa. 5 Tu non temerai lo spavento notturno, né la saetta che vola di giorno, 6 né la peste che va attorno nelle tenebre, né lo sterminio che infierisce in pien mezzodì. 7 Mille te ne cadranno al fianco, e diecimila alla destra; ma tu non ne sarai colpito. 8 Solo contemplerai coi tuoi occhi e vedrai la retribuzione degli empi. 9 Poiché tu hai detto: O Eterno, tu sei il mio rifugio; tu hai preso l’Altissimo per il tuo asilo, 10 male alcuno non ti coglierà, né piaga alcuna s’accosterà alla tua tenda. 11 Poiché egli comanderà ai suoi angeli di guardarti in tutte le tue vie.
Naturalmente, come tutte le promesse di Dio, la protezione di cui parla il Salmo 91 al versetto 6 non è assoluta nel senso che è valida per tutto il genere umano a prescindere dal proprio credo, ma la promessa è potenziale, cioè solo per chi crede in quella promessa e, per fede la fa propria, essa diviene efficace e reale.
Sicuramente è utile seguire le indicazioni dei Responsabili della Salute pubblica e le direttive del Servizio Sanitario Nazionale, per evitare al massimo di essere vittime del contagio o di essere noi stessi portatori del contagio, ma al di là degli aspetti umani e materiali è importante volgere il nostro sguardo verso l’alto”. Conclude il tesoriere Galioto
” una dichiarazione di fede ci aiuta a vincere la paura e ad uscire indenni dai problemi che si stanno vivendo in questi giorni: “Padre Celeste, io credo con tutto il cuore alle Tue preziose promesse e dichiaro con la mia bocca che la peste non mi coglierà perché faccio di Te il mio rifugio e in Te confido, ti prego allontana da me la paura che testimonierebbe della poca fiducia nella Tua Parola, dichiaro questo nel nome di Gesù Cristo il Signore, amen!” .
Il Signore ci benedica

Comments are closed.