Arcelor Mittal basta con logiche estorsive, governo intervenga e corregga errori

Sen Domenico Scilipoti Isgrò (FI): “Arcelor Mittal basta con logiche estorsive, governo intervenga e corregga errori”.

Roma , 5 novembre 2019

“La situazione creatasi a Taranto con la scelta unilaterale di Arcelor Mittal è fuori del mondo, illegale e figlia di logica estorsiva che l’Italia non deve permettere. I neo acquirenti hanno scelto unilateralmente di andar via perchè a loro dire attaccati dai giudici e non coperti da scudo penale. Davanti a richieste tanto infondate, arroganti e ingiuste il governo ha il dovere di intervenire con tutti i mezzi a sua disposizione. Nel caso in cui a Taranto venissero meno oltre 11.000 posti di lavoro (oltre all’ indotto) sarebbe una catastrofe sociale non solo per Taranto, ma per il sud. Certo, bisogna pur sempre contemperare il sacrosanto diritto alla salute con quello al lavoro, ma allo stato la sola emergenza è quella determinata dall’ Arcelor. Naturalmente il tutto affonda le radici in anni di programmazione industriale sbagliata e negli errori compiuti dal ministro di Di Maio che ha contribuito ad esasperare gli animi. Ora la situazione si fa tesa col pericolo di manifestazioni di piazza. “Da politico con la massima energia dico basta e ancora basta a logiche di stampo estorsivo, in Italia non è possibile fare quello che si vuole. Sono disposto ad andare a Taranto e incontrare una delegazione di lavoratori”: lo dice in una nota il Senatore di Forza Italia e Presidente di Unione Cristiana Domenico Scilipoti Isgrò

Comments are closed.